Archivio

Archivio Febbraio 2006

Delirio di una povera stronza

28 Febbraio 2006 11 commenti

Mi sento piccola.
Piccola e stronza.
Anzi, piccola, stupida e molto ma molto stronza.
Perchè?
Perchè prima casco in situazioni strane, che sono in bilico tra l’avventatezza e la follia e poi, quando ho la certezza di quello che pensavo, ci rimango di merda, mi sento usata e stupida,molto ma molto stupida.
E mi dico “No Frà,così non va. Non puoi continuare…” E poi, vuoi perchè sono debole, vuoi perchè mi sento sola, vuoi perchè… lo faccio, lo rifaccio e poi mi pento.
In questo momento ho un sentimento genrale.Penso sia ODIO…o solo rabbia,non l’ho capito,con i sentimenti non sono mai stata molto brava e si vede…
Maledetta me.
Che poi a che mi serve non l’ho ancora capito però ci casco,sbatto il naso, mi rialzo, metto un cerotto e, appena in naso è guarito…boom! Altra botta.
‘Affanculo a me e alla piccola stronza che sono!

On air: Rage Against The Machine – Killing in the name

Agosto

23 Febbraio 2006 5 commenti


Piccola conquista delle 18:24. Sono riuscita a cambiare il nome del blog!Inizio ad essere un po’ meno piccola…ma la canzone rimane comunque perfetta per oggi…

Agosto
è il mese più freddo dell?anno
L?inverno si sposta sei mesi in avanti
e non è il polo sud
qui non è il polo sud

Agosto
La sveglia che rompe il silenzio
Qualcuno è in vacanza
e lei suona per ore
che freddo che fa

Agosto
ti affacci su un cuore malato
le cinque di sera ed è già buio pesto
l?inverno d?agosto

Il ghiaccio
si posa e ricopre le cose
l?attesa del caldo congela anche i morti
che freddo che fa

Se non è vero che hai paura
non è vero che ti senti solo
non è vero che fa freddo
allora perché tremi in questo agosto?

Agosto
è scritto sul tuo calendario
forse hai dormito sei mesi
ma sei così stanco
tanto stanco

Agosto
è il mese più freddo dell?anno
nell?altro emisfero lo chiamano inverno
l?agosto

Agosto – Perturbazione

Oggi mi sento piccola piccola e questa canzone è perfetta…
Potrei stare nel taschino di una qualsiasi giacca, anche quelle per bambini, ci sguazzerei e starei al caldo…

Riferimenti: C’è anche il video…

Risveglio palpitante

21 Febbraio 2006 4 commenti

Stamattina ho creduto per un momento che il cervello avrebbe fatto Cabooooooooom! e invece no…
Scena 1a: Ore 10,11 Francesca dorme e anche la sorella.
La porta sbatte, la sorella scatta in piedi con un balzo felino e inizia a urlare con la faccia sconvolta dall’incazzattura :” mi sono rotta le palleeeeeeee!!!Ora vado di la e la butto per le scale a quella fottutissima stronza!!” ( ndr. la stronza in questione e l’ormai famosissima coinquilina lombarda… che potesse aver a che fare con un paio di camici oggi…)
“Nooooooooooooooooooo!Robbè nopn lo fare ti prego!!!” Questa sono io che, forte del mio spirito vigliacco, sono riuscita a bloccare le ire di mia sorella.

Cantami o diva dell’ira della ormai disperata Roberta
e cantami anche la disperazione della tapina Francesca…

Io non ce la faccio più! Sto scoppiando e non sto più bene in casa mia e non voglio stare così.
Ho paura a muovermi e soprattutto a sentire rumori strani e molesti o parole dette con un tono di voce troppo alto…
Non è che qualcuno potrebbe ospitarmi per un po’ di tempo?
Sono buona, vigliacca, non troppo rumorosa(non uso i tacchi), non creo nessun tipo di problemi al vicinato, centro praticamente sempre il water, non monopolizzo mai la televisione, guardo ogni sorta di programma per non lasciar solo il telespettatore di turno, mi commuovo sempre, sì è vero ma lo faccio in silenzio e abortisco anche i singhiozzi per non infastidire, non so cucinare ma sono bravissima a fare le pulizie e sto poco in casa…
Vi preeeeeeeegoooooooo!!!
Altrimenti mi toccherà cercare rifugio nel sottoscala di qualche giovane artista figo, come quella povera sventurata di Amelie…

La Rotatoria

20 Febbraio 2006 7 commenti


Arab Strap in concerto.
Fino a 10 giorni fa non sapevo neanche chi fossero, poi grazie ad uno sconosciuto compaseano che aveva voglia di indottrinare musicalmente le persone, li ho scoperti e ci sono rimasta sotto.
Bravi e paranoici come piacciono a me.
Bel concerto, col barbaciccio(ndr. l’annoiato due che stava davanti)che beveva più di tutti gli ubriaconi scozzesi e con la mia nuova amichetta(mica ti incazzi se ti do dell’amichetta??) che si guardava intorno sperando di non vedere qualcuno che poteva rovinarle il concerto.
E io che, di riflesso, mi giravo e mi guardavo intorno anche se non sapevo neanche chi cercare…ma va bene per fare fronte comune in caso di attacco alle spalle!
Giornata piacevole, anzi proprio bella, arrivata dopo un fine settimana davvero di merda, passato a casa da sola sabato notte, diciamo per scelta(non è vero), a pensare e a ripensare a quanto mi era successo quest’ultimo anno e a lanciare frasi nel vuoto della stanza, tipo:
“Da quanto tempo non vado in vacanza?Boh!!!”
“Tanto con chi ci vado???”
“Ho voglia di stare a panza all’aria almeno un mese.Dopotutto me lo merito!”
Devo cambiare abitudini e amicizie.”
“Ma alla fine io che fatto in quest’anno?Boh…”
“Un sacco di cose che potevo evitare di fare”
“Incontri sbagliati,sesso inutile, nessun sentimento in ballo se non la noia e la voglia di andare via”
E poi basta. Ho fatto altri pensieri ma non ce la faccio a scriverli perchè un po’ me ne vergogno e non è bello…
E poi un paio di lacrimoni mentre cercavo di leggere Middlesex e una domanda mi ronzava in testa: Ti immagini che a un certo punto divento ermafrodito!?!?
No!!!Tutto ma questo no. Scaravento il libro a terra e cerco di dormire ma non ci riesco.Ho lo stomaco che gira e non fa silenzio, una sorta di tachicardia per niente giustificata e la smania di fare qualcosa.Ecco, è ansia, pura dolce simpatica ansia…
Dormo e arriva domenica. Mi sveglio contenta, sapevo e speravo di conoscere una persona bella bella e di andare al concertino del mio nuovo gruppo (quasi)preferito e così è stato.
Pomeriggio pieno di chiacchiere utili e inutili (scusa ancora!!t’avrò fatto ‘na testa…) e poi di corsa verso il concerto.
Uhm…di corsa è un eufemismo visto che abbiamo girato per un posto molto a lungo ma a noi piaceva davvero quella rotatoria!!e pure quel cinema per soli adulti(non sapevo di avercelo vicino casa.Rivelazione!!).
Iniziano a suonare Stink e non me l’aspettavo e vanno avanti, tra una birra e l’altra, per un po’ di tempo.
Bel concerto e bellissima serata.
Ieri sera sono andata a dormire serena…
Grazie Tamà!

Chi ti conosce…

15 Febbraio 2006 13 commenti


Maledetta connessione!!!Avevo scritto un bel post ieri sera e stamattina non c’era più!!!Porca zozza!
Vabeh,ve lo leggete con un giorno di ritardo!!

A volte anche solo 20 minuti riescono a farti prendere bene le cose.
Serata pantofolaia la mia, tale non per forma di protesta contro gli innamorati,sanvaletino,le feste commerciali,i baciperugina e blablabla, semplicemente perchè le cose da fare non erano così allettanti come stare stravaccata sul letto sotto il plaid a leggere quello che più che un libro si sta rivelando sempre più un’impresa impossibile(vedi box sulla colonna al lato).
Suona il citofono e inizia la trasformazione della mia serata.
E’ il mio amicoangelocustode.
Si chiacchiera, si fuma e…
Tadaaaaaaaaaaa
Morte Malinconica Del Bambino Otrica e altre storie
Oltre al libro meraviglioso la cosa che mi ha fatto bene è stata la premura, il pensiero insistente di trovare proprio quel libro “Chè Francesca gli ha fatto due palle enormi da quando gli è scoppiata la Burton mania”.
Anche se tutta la mia felicità si è risolta con
“Noooooooooo,che figata!!!Smacsmack Grazie Giusè…” forse lui lo sa che c’era un po’ di più dietro. Tutto quel sentimento e quelle dimostrazioni d’affetto che in quattro anni ancora non mi sono concessa ma che spero lui sappia che ci siano.
E sto regalo arrivato proprio oggi. E “Francè se me lo ricordavo te lo portavo un altro giorno”
Ma sti cazzi! Tanto un po’ fidanzatini io e te è un po’ di tempo che lo siamo,no?
Ipergelosi, protettivi, ci sentiamo 1240 volte al giorno…a saperlo prima ti portavo a cena fuori Giusè!!
Insomma… come un gesto, che per il mio angelocustode è quasi scontato, può farti stampare un sorriso sulla faccia parecchio grande…

Scusate il post melenso ma in fin dei conti è ancora sanvalentino cazzo!!

Martedì Trasteverino

8 Febbraio 2006 16 commenti


Serata trasteverina ieri sera.
Trastevere infrasettimanale lo adoro.
C’è gente ma non c’è casino.
I vetri dei pub sono più caldi e i camerieri sono meno odiosi del previsto.
Non mi aspettavo di uscire ieri sera.
Sarei rimasta a poltrire,come al mio solito, sul letto o sulla poltrona gialla.
Invece arriva una chiamata di un vecchio amico.
“Frà ho la macchina nuova e devi provarla.Parto ora tra un’oretta sto lì”
E Frà si risveglia dal torpore e si prepara ad una serata piena di risate, chiacchiere,ricordi e aria condizionata a 25° chè “ohi io c’ho freddo!!”.
Entriamo nel secondo locale che c’è a Trastevere già pronti ad ascoltare musica iper tamarra e invece…
Boys doooooon’t cryyyyy….
Chi meglio di me?
Menabrea, Cure e un fiume di parole…
Mi piace Roma il Martedì sera…

?T?arapio come se fosse un po? una squaqquera?

7 Febbraio 2006 4 commenti


Erano mesi che questa rubrica era scappata dal blog e mi mancava.
Mi mancava la rubrica “‘na botta de cultura” ma mi mancava l’autore della rubrica.
Sono stati periodi strani eh? Io mi sono eclissata per paura di essere una presenza troppo presente in un momento in cui forse tu volevi staccare con tutto cìò che era “prima”. O forse non volevi e quindi sono stata cafona…vabeh mi conosci, lo sai che sono abbastanza complicata e fondamentalmente timida no?
Signore e signori un pezzo di letteratura disegnata

?Sarebbe una gioia finirla così. Qualcosa in quell?uomo fa provare a Kingpin una sete di sangue che non sentiva da quando era giovane. Deve fare uno sforzo di volontà per trattenersi dal ridurre Murdock a brandelli.
Ma Kingpin è un uomo cauto. Ci sono i dettagli da considerare.
La morte di Murdock non deve né essere misteriosa né deve destare sospetti. Non ci deve essere spazio per i dubbi. Non deve esserci un?inchiesta.
Svenuto, ma vivo, Murdock è chiuso in un taxi rubato…
Il taxi viene spinto dal molo 41 nell?East River. La cintura di sicurezza e gli sportelli vengono sigillati con un composto chimico simile alla ruggine. Murdock viene cosparso di whisky.
Il proprietario del taxi viene picchiato a morte con il bastone di Murdock.
Passano settimane. Il signore del crimine continua a pensare a Murdock. Immagina un ultimo, terribile momento di consapevolezza… Murdock che si agita selvaggiamente, disperatamente…che emette un muto grido…
Kingpin trema di piacere all?idea…
Il mondo sembra splendere alla luce del sole. Gli affari quotidiani diventano un gioco divertente.
Ha mandato in rovina ed eliminato l?unico uomo onesto che ha mai conosciuto.
Questo è il trionfo del suo spirito.
Il taxi viene ritrovato.
Ci sono sangue e tracce di colluttazione.
C?è il parabrezza rotto…una cintura di sicurezza spezzata dai vetri e da quello che deve essere stato uno sforzo di volontà.
Ma non c?è il cadavere.
Non c?è il cadavere.
Non c?è il cadavere.
Non c?è il cadavere.
Per sei ore questo pensiero gli ha invaso il cervello. L?uomo che credeva di aver ucciso…in modo così raffinato, graduale…gustando i passaggi…
…dalla rovina di Murdock alla sua distruzione emotiva…
…al sublime momento in cui i suoi pugni gli hanno spezzato le ossa…
…l?uomo che pensava di aver ucciso e vivo.
Sei ore passate a sudare, a sforzarsi. Cercando i limiti della sua forza inumana per scacciare quel pensiero.
Non c?è il cadavere.
Cos?ha quel Murdock? Era una noia secondaria…un talento promettente da osservare, catalogare, a volte da lodare…
…e forse, un giorno, da portare dalla sua parte…
…ma è più di tutto questo. Ora è molto di più…
Lo è sempre stato.
E io…gli ho mostrato…
…che un uomo senza speranza…
…è un uomo senza paura…

Frank Miller – Devil:Rinascita

It’s just another manic Monday.

6 Febbraio 2006 13 commenti


Sogni di gloria infranti,distrutti e calpestati.
Quello che doveva essere un uicchend romano all’insegna del divertimento, dell’alcool e, perchè no, anche della trasgressione, si è trasformato nel uicchend più pantofolaio che abbia mai avuto.
La cosa è attribuibile a più fattori.

1) la mia cervicale sta impazzendo grazie ai bruschi cambiamenti di clima.Mi gira la testa, sto sempre lì lì per sboccare e mi tremano le gambe.Tutto questo genera in me un panico e un terrore tale da aver paura di uscire da sola(mi sa che ho gli attacchi d’ansia e non lo so…)
2) Il freddo mi attanaglia e uscire senza una meta non mi ha sfiorato la mente neanche per un secondo.
3) Doveva venire un amico a farmi compagnia ma, sebbene gli abbia offerto ospitalità non ricordo più quante volte, se l’è data. Ora, ma possibile che tutti gli imbecilli li prendo io?

Il uicchend pantofolaio mi ha portato a pensare e il pensare mi ha portato alla paranoia.
Mercoledì un ragazzo mi ha regalato un cd con un po’ di musica e dentro c’era un gruppo che penso diventerà il mio nuovo gruppo tormentone: gli Arab Strap.
Dolenti, paranoici, incrinati, adatti alla me di venerdìsabatodomenica.
Saranno stati gli Arab Strap…
Saranno state le chiacchiere con Patty sul suo nuovobellissimodolcissimoromanticissimoartistissimo uomo…
Sarà stata l’essenza al gelsomino che ho ritrovato in camera…essenza che usavo il 2° anno di università, il cui profumo mi ha riportato indietro nel tempo come in Ritorno al Futuro.
Sarà che avevo freddo e nessuno che mi scaldava…
Non so bene perchè ma ho pensato tanto e mi sono rattristata.
Ho ripensasto ai primi anni di Università, i primi anni in cui vivevo da sola in una città quasi troppo grande per me. Anni in cui ho amato tanto, uomini,donne,animali,canzoni,libri,posti,profumi e situazioni.Anni in cui ero felice nonostante i problemi,anni in cui ho deciso che, non essendo una studentessa modello, dovevo almeno iniziare ad essere autosufficiente. Anni pieni di sentimenti e emozioni.
Poi ho pensato a cosa sono adesso.Mi vedo arida, senza più sentimenti che non siano sarcasmo o odio (quest’ultimo sentimento è incrementato dalla coinquilina stronza a cui taglierò a breve la testa, la fotograferò e dedichero 90.000 parole in uno dei prossimi post.).
In superficie sto bene, nessun pensiero, nessuna turba e tanti sorrisi.
Se poi si scava anche solo con una paletta da mare c’è una grotta buissima!!
Devo solo cercare il mio animale guida, come in Fight Club, magari lui mi ci farà capire qualcosa…

Arab Strap Confessions of a big brother

Alle donne cazzi e cazzotti

3 Febbraio 2006 12 commenti

Se no prendono troppa confidenza.
Me lo diceva sempre Alessio, mio roscio compagno di classe.
Dopo anni e anni di apprendimento ho capito il senso più profondo e l’utilità sociale di questa affermazione.
Aveva proprio ragione l’amichetto mio!

Speriamo di prendere qualcosa stasera…

Ciclo Metempsicotico #4

1 Febbraio 2006 7 commenti

Metamorfosi

Nascosto alla penombra

del mio laboratorio

assaggio la pozione

e subito l’effetto:

Le mani nei capelli

la schiena che si torce

e un’ispida peluria

riaffiora sul mio petto.

Tra alambicchi polverosi

la voce si trasforma

d’un tratto, all’improvviso

mi sento meno vecchio

da dietro le mie spalle

l’orrore prende forma:

appare mister Hyde

che ghigna dallo specchio!

Eppure non resisto

all’empia tentazione

al fascino perverso

di tal trasformazione:

il camice imbrattato

del mite dottor Jekyll

prende nell’armadio

il posto del bastone.

Complice la notte

attendo la mia preda

e ordisco con pazienza

la trama della tela.

Dopo lunga attesa

il meritato premio:

dall’angolo di un vicolo

un’audace forestiera.

All’alba arriveranno

gli sbirri con i cani

invano cercheranno

una donna bionda e magra.*

* Però! Funziona, questo Viagra!